FARE ATTENZIONE AGLI INSEGNAMENTI DELLA STORIA: 11 SETTEMBRE 1683 !

Condividi sui tuoi social
20

www.ilpopolo.news * a cura del prof. ERALDO RIZZUTI *

Narrano i libri di storia che l’undici settembre del 1683 Vienna è assediata da un immenso esercito turco comandato dal gran visir Kara Mustafa’: la città è ridotta alla fame e prossima alla resa.

I turchi dopo Lepanto (1571), hanno continuato la loro avanzata che sembrava inarrestabile e, dopo Vienna, intravedevano Roma e San Pietro: il centro della cristianità.

Le forze turche erano nettamente superiori e sembrava tutto pronto per l’evento a cui l’Islam da mille anni lavorava. Un generale condottiero polacco, Jan Sobieski, e il frate cappuccino Marco d’Aviano, beatificato da Papa Giovanni Paolo II nel 2003, furono incaricati da Innocenzo XI di formare una LEGA SANTA contro i turchi, riuscendo a coalizzare – intorno all’Imperatore Leopoldo I – Spagna, Portogallo, Polonia, Firenze, Venezia e Genova.

Alla vigilia dello scontro dell’undici settembre del 1683, il frate Marco, confessore dell’Imperatore Leopoldo I, affida alla Vergine Maria le sorti di Vienna. All’alba dell’undici settembre, mentre Vienna era in preghiera, Marco rivolto a Sobieski, grida ” GIOVANNI VINCERAI”.

La vittoria dell’esercito cristiano sull’esercito turco è stata per loro una disfatta di proporzioni incalcolabili quanto impreviste. L’indomani i pasticceri viennesi inventarono i cornetti, un dolce a forma di mezzaluna. Fu celebrato il Solenne Te Deum di ringraziamento ed il Papa Innocenzo XI , attribuendo la vittoria all’intercessione della Vergine Maria, istituisce la festa del Santo Nome di Maria il 12 settembre.

Ricordo che la bandiera europea ha lo sfondo di colore azzurro e dodici stelle, che rappresentano il colore del manto della Madonna e le stelle della sua corona. Questo a significare che le radici della nascita dell’Europa, per i padri fondatori, erano profondamente cristiane.

Cosa è rimasto di tutto ciò? L’Europa ha perso l’identità cristiana originaria ed è profondamente divisa culturalmente e socialmente; non esiste equità fiscale e a tenerla insieme, è solo “il dio denaro”.

Dopo trecentodiciotto anni, in memoria e in riscatto dell’undici settembre del 1683, l’undici settembre del 2001, terroristi musulmani fanno crollare le Twin Towers di New York e, di fatto si apre la terza guerra mondiale, una guerra invisibile contro la civiltà occidentale; una guerra a tappe da sempre dichiarata dell’Islam agli infedeli.

Con la pace di Carlowitz, del 1699, la LEGA SANTA mette fine al pericolo turco in Europa: l’Ungheria, la Transilvania, la Croazia, la Dalmazia e la Polonia sono liberate dalla dominazione musulmana e finisce così l’avanzata turca.

Oggi, sapremo reagire a questo nuovo tentativo dei musulmani di conquistare l’Occidente con altrettanta fermezza per difendere le nostre radici storiche culturali e religiose? Sapremo guidare con sapienza e intelligenza questo esodo programmato e voluto che in pochi anni rischia di islamizzare l’Italia e tutta ‘Europa?

Dobbiamo stare molto attenti perché l’Italia non è immune a questo pericolo. Quando si completerà questo esodo biblico verso l’Italia, saremo quelli più esposti, perché il vero obiettivo dell’islam e’ Roma.

Prof. Eraldo Rizzuti – Rende (provincia di Cosenza)

Vice-Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana

Lascia un commento