21.3 C
Rome
martedì, Luglio 16, 2024

Ed anche stavolta la LE PEN ci ha lasciato “le pen… ” !

Must read

< Ed anche stavolta la LE PEN ci ha lasciato “le pen … ” ! >

Le recenti elezioni in Francia hanno dunque visto una sonora sconfitta per Marine Le Pen e Jordan Bardella.

Un fatto inaspettato viste le trionfali previsioni della vigilia ed i “peana” della destra francese che ormai assaporavano il loro trionfo.

Così però non è stato e questo fatto rischia di rappresentare un vero e proprio terremoto politico che ha scosso le fondamenta dell’estrema destra (e non solo quella estrema) in tutta Europa.

La disfatta dei leader del < Rassemblement National > è una chiara indicazione che l’elettorato europeo non è davvero disponibile alle loro politiche divisive e potremmo dire sostanzialmente xenofobe.

Questo non è solo un colpo per la politica francese, ma anche un duro monito per i loro alleati italiani, in primis Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

#### La Fine di un’Era per l’Estrema Destra Francese?

Marine Le Pen e Jordan Bardella hanno visto le loro ambizioni politiche frantumarsi contro la volontà popolare.

Le loro campagne, cariche di notevole retorica anti -immigrazione e molto nazionalista, non sono riuscite a risuonare con un elettorato sempre più consapevole dei veri problemi del Paese.

Questa sconfitta non è solo un fallimento personale, ma un segno inequivocabile che le loro idee non hanno grande successo in una Francia che guarda avanti, verso l’inclusione e la coesione sociale.

#### Salvini e Meloni: L’Onda Lunga della Sconfitta

Se avessimo potuto pensare che questo terremoto politico si limitasse ai confini francesi, ci si sbaglia di grosso.

Matteo Salvini e Giorgia Meloni, i due volti della destra italiana, sentono già le ripercussioni.

Hanno costruito le loro carriere su una retorica simile a quella dei loro colleghi francesi, ma con Le Pen e Bardella fuori gioco, la loro credibilità vacilla.

Salvini (il leader della Lega) e Meloni (alla guida di Fratelli d’Italia) ed hanno spesso tratto ispirazione dalle strategie e dalle politiche del < Rassemblement National >.

Ora, però, devono fare i conti con un elettorato italiano che potrebbe finalmente svegliarsi e respingere le loro politiche basate sulla paura e sulla divisione.

#### Un’Europa che Rifiuta l’Odio

Questa sconfitta non è solo una vittoria per la democrazia francese.

E’ un rifiuto chiaro e deciso dell’ideologia dell’odio e dell’esclusione che l’estrema destra rappresenta.

Gli elettori hanno scelto di voltare pagina, di cercare soluzioni più equilibrate e inclusive per affrontare le sfide del nostro tempo.

Questo cambiamento di rotta potrebbe essere l’inizio di una nuova era politica in Europa, dove la solidarietà e la giustizia sociale devono prevalere su nazionalismo e xenofobia.

#### Un Messaggio Forte e Chiaro

Il messaggio inviato dalle urne è forte e chiaro: il populismo di destra non deve avere più spazio nell’Europa moderna.

I leader come Le Pen, Bardella, Salvini e Meloni sono stati messi all’angolo da un elettorato che ha scelto di guardare avanti, verso un futuro di inclusività e progresso.

È tempo che anche Salvini e Meloni riflettano seriamente sulle loro scelte politiche.

La loro vicinanza ideologica a Le Pen e Bardella potrebbe diventare un peso insostenibile.

Forse è giunto il momento per loro di rivedere le loro posizioni e di abbracciare una politica che metta davvero al centro il benessere di tutti i cittadini, senza distinzione.

In sintesi, la sconfitta di Le Pen e Bardella è molto più di una semplice battuta d’arresto.

E’ una vittoria della democrazia e un rifiuto dell’ideologia dell’odio.

E con essa, Salvini e soprattutto Meloni non possono che rimanere delusi.

Per dirla ancora una volta alla francese … è la “delusion de la Melon” !

ANCHE LA DEMOCRAZIA CRISTIANA ITALIANA SOSTIENE IL COMITATO REFERENDARIO PER LA RAPPRESENTANZA !

IO VOGLIO SCEGLIERE !

FIRMA ANCHE TU PER IL REFERENDUM ABROGATIVO DELLA ATTUALE INFAUSTA LEGGE ELETTORALE !

 

 

A cura di Gabriel Naticchioni (Siracusa)

gabriel.naticchioni@dconline.info – cell. 328-4707657 

Vice-Segretario nazionale del Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana italiana

Segretario regionale del Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana della regione Sicilia.

Componente del Consiglio nazionale e della Direzione nazionale della Democrazia Cristiana italiana

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

- Advertisement -spot_img

More articles

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
- Advertisement -spot_img

Latest article