Domizia Di Crocco: “Onorata di essere in DC”

Condividi sui tuoi social
Domizia Di Crocco è una dirigente della Democrazia Cristiana molto in gamba. È Segretario regionale del Dipartimento “Legalità e Giustizia” della DC Lazio, e segretario provinciale di Latina, Pari Opportunità. Essa interviene per parlarci dei suoi obiettivi politici, di Democrazia Cristiana e del mondo della scuola.
Domizia Di Crocco qual è il tuo primo obiettivo politico? 
Alla prima domanda rispondo con orgoglio italiano senza escludere l’appartenenza europea. Parlare di obiettivo politico significa capire è saper fare politica. Ricordo che la stabilità è il primo obiettivo per ogni espressione di potere politico e la nostra
Patria lo esige: È una finalità indiscutibile ed essenziale. Generalizzo ed affermo che un Paese stabile è sano sotto il profilo politico, economico e sociale. La politica sana è una politica funzionale e dinamica, aperta al dialogo ed al compromesso che sappia rappresentare un Paese intero.
Cosa ti colpisce della DC? 
Sono onorata di questa opportunità datami, ne sono lusingata e orgogliosa di far parte di questa comunità politica che trovo bella, giusta e buona; un trampolino di lancio che permette di creare ponti costruttivi e proficui, sul piano politico – sociale. Abbiamo i requisiti per essere popolo e con esso attivare gioco di rappresentanza governativa, oltre che parlamentare.
Quali sono le tue idee riguardo il mondo della scuola?
Mettere il popolo in condizione di conoscere la verità non è un gioco da ragazzi e può diventarlo iniziando sia a sentirsi parte di esso che rappresentarlo, proprio come deve fare la sana politica aperta ed innovativa. Per cui il mio obiettivo è partire dalla scuola ed i quattro scenari OCSE. Per il futuro dell’Istruzione, perché ci credo. Ricordo di essere un funzionario ministeriale ed avere esperienze aperte ed innovative. La scuola è un dicastero essenziale e deve essere rivalutato. È importante vivere l’esperienza “tour court” in tutti gli ordini e gradi per abbattere la dispersione scolastica ed il disagio sociale, promuovendo sana educazione, sane relazioni, successo formativo equo e solidale ed accogliente. È doveroso spiegare alcuni punti relativi agli scenari e le sue finalità. Per innovazione e scienza aperta si intende aprire il processo di innovazione alle persone con esperienza in settori diversi da quello universitario e scientifico, includendo un maggior numero di persone nel processo di innovazione, la conoscenza potrà circolare più liberamente. Questa conoscenza potrà poi essere utilizzata per sviluppare prodotti e servizi in grado di creare nuovi mercati. Si tratta di un approccio al processo scientifico che si concentra sulla diffusione della conoscenza con la tecnologia digitale e collaborativa. Rappresenta un cambiamento rispetto alla normale prassi di pubblicare i risultati in pubblicazioni scientifiche solo al termine del processo di ricerca. Attenzione, sto parlando di statistica innovativa, costruttiva e proficua. Già vari gruppi e piattaforme lavorano sulla scienza aperta. Quindi la finalità è di promuovere la cooperazione internazionale nel campo della ricerca, permettendo all’Europa di accedere alle più recenti conoscenze a livello mondiale, assumere i migliori talenti, affrontare le sfide globali e creare nuove opportunità commerciali nei mercati emergenti.

admin

Sono un amministratore per questo sito internet

Lascia un commento