VANGELO DEL GIORNO * Lunedì 23 Luglio 2018

Condividi sui tuoi social

« Signore, da chi andremo ? Tu hai parole di vita eterna » Gv 6,68

Santo(i) del giorno : S. Brigida di Svezia, compatrona d’Europa (1303-1373), BB. Nicéforo de Jesús y de María e 5 comp., martiri († 1936)

Meditazione del giorno
San Francesco Saverio : “Senza di me non potete far nulla”

********************************************

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 13,10-17.

In quel tempo, si avvicinarono a Gesù i discepoli e gli dissero: «Perché parli loro in parabole?».
Egli rispose: «Perché a voi è dato di conoscere i misteri del regno dei cieli, ma a loro non è dato.
Così a chi ha sarà dato e sarà nell’abbondanza; e a chi non ha sarà tolto anche quello che ha.
Per questo parlo loro in parabole: perché pur vedendo non vedono, e pur udendo non odono e non comprendono.
E così si adempie per loro la profezia di Isaia che dice: Voi udrete, ma non comprenderete, guarderete, ma non vedrete.
Perché il cuore di questo popolo si è indurito, son diventati duri di orecchi, e hanno chiuso gli occhi, per non vedere con gli occhi, non sentire con gli orecchi e non intendere con il cuore e convertirsi, e io li risani.
Ma beati i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché sentono. In verità vi dico: molti profeti e giusti hanno desiderato vedere ciò che voi vedete, e non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, e non l’udirono!».

Traduzione liturgica della Bibbia

************************************

Meditazione del giorno:

San Francesco Saverio (1506-1552), missionario gesuita
Lettera del 05/11/1549, n° 90, 34-36
“Senza di me non potete far nulla”

Nessuno nutra l’illusione di pensare che farà grandi cose, se dapprima non ne fa di umili. Credetemi, ci sono tanti tipi di fervori, o per meglio dire, di tentazioni… Certi, per non rinunciare alla loro volontà facendo quanto l’obbedienza prescrive loro, desiderano fare cose più importanti, senza notare che se si manca di virtù nelle piccole cose, ne si avrà ancor meno nelle grandi. Infatti, quando si lanciano nelle cose grandi e difficili con poca abnegazione e forza d’animo, arrivano a riconoscere che i loro fervori erano tentazioni, poiché si trovano senza forze…

Non vi scrivo queste cose per distogliere il vostro cuore dalle imprese più ardue, dove vi distinguerete come grandi servi di Dio e per mezzo delle quali resterà il vostro ricordo ai posteri. Lo dico soltanto perché vi mostriate grandi nelle piccole cose ed aumenti molto la vostra conoscenza delle tentazioni e del vostro valore, e perché la vostra forza sia solo in Dio. Se perseverate in questa strada, non dubito che cresciate continuamente in umiltà e vita interiore, e che portiate molto frutto nelle anime, vivendo nella pace e nella sicurezza dovunque vi troviate.

Lascia un commento